Pesce

In quale acqua il pesce non ha niente da respirare

Pin
Send
Share
Send
Send


Scegliere l'acqua per l'acquario

Non esiste acqua assolutamente pura al mondo, viene estratta in laboratori utilizzando la distillazione step-by-step. L'acqua proveniente da un sistema di approvvigionamento idrico o da una fonte naturale contiene sempre impurità di varie sostanze che svolgono un ruolo importante nell'ecosistema. Considerando che molte persone moderne mantengono il pesce a casa, tutti vogliono usare l'acqua della più alta qualità per loro. Ma quale dovrebbe essere l'acqua in modo che possa riempire l'acquario domestico?

Quello che devi sapere sull'acqua di sorgente

Per molto tempo si è creduto che l'acqua di sorgente, reclutata da un flusso cristallino, sia più adatta per pesci d'acqua dolce ornamentali. Perfettamente pulito, trasparente, inodore e privo di sporco - questo è esattamente il tipo di serbatoio che puoi riempire! Si è scoperto che digitando questo non è sempre sicuro. La sua differenza dall'acqua del rubinetto è elevata rigidità. Anche il sapone in esso è difficile da sciogliere, cosa possiamo dire del cibo per pesci. A causa dell'alto contenuto di magnesio e sali di calcio, ha un effetto dannoso sulla salute del pesce e della loro prole (uova). Sfortunatamente, l'acqua della sorgente non è raccomandabile da aggiungere ad un acquario artificiale. Occasionalmente è mescolato con acqua per aumentare la rigidità.


Distillato e acqua piovana

Poiché le molle hanno aumentato la durezza, può essere meglio versare acqua dolce nel serbatoio: acqua piovana o acqua distillata? Di nuovo, non sempre: basta mescolarlo con l'impianto idraulico. Ci sono pesci che amano l'ambiente con acqua addolcita, ma molte specie di acqua dolce preferiscono ancora l'acqua media e neutra. Tale acqua scorre nei fiumi e nei laghi domestici - puoi versarla purificata nell'acquario, riempiendolo non con tutto lo spazio.

Guarda il video su come cambiare l'acqua nell'acquario.

Quale habitat più amo il pesce d'acquario

Che acqua è necessaria per un acquario? Combinando l'acqua da diverse fonti, è impossibile raggiungere i parametri ideali. Quanti pesci, così tante richieste. Alcuni pesci possono vivere nell'acqua di fusione dei laghi di montagna, altri - nella palude marrone. Nel primo caso, l'acqua è molto dura, nella seconda - morbida. I pesci devono stabilirsi in un ambiente diverso. Si scopre che alcuni pesci sono inservienti che amano l'acqua marcia, altri non tollerano tali parametri. L'ambiente marcio è dannoso a causa degli acidi umici. Molti biotopi d'acqua dolce del nostro paese hanno acqua a pH neutro, acidità media, bassa alcalinità. Per la maggior parte dei pesci d'acquario, è adatto.


Acquario per pesci senza pretese

L'acqua che deve essere preparata per pesci ornamentali non molto capricciosi richiede una preparazione preliminare. Nell'acquario generale è necessario riempire con acqua a pH neutro (a volte mediamente dura). Questo può essere semplice acqua di rubinetto. In esso, i pesci vivipari e vivipari, che si adattano perfettamente alle diverse condizioni, attecchiscono bene.

Guarda come cambiare l'acqua e prenditi cura dell'acquario.

Il grado di durezza può essere misurato usando la cartina tornasole, la temperatura dell'acqua - con un termometro. Si consiglia di miscelare acqua di elevata durezza con acqua piovana morbida (filtrata) o distillata. Inoltre, acqua da neve pulita o sciolta o ghiaccio. I tipi elencati di acqua possono essere raccolti in un contenitore pulito solo dopo una precipitazione prolungata, è sufficiente versare il 30% di acqua dolce in acqua infusa dal rubinetto.

L'acqua dal rubinetto non può essere versata immediatamente. È meglio versarlo in un bicchiere e vedere se il vetro è coperto di bolle, se emanerà un forte odore. Tale acqua è satura di composti di gas che cadono dentro durante la filtrazione nell'impianto di trattamento. Avendo lasciato il pesce in un tale liquido, il corpo dell'animale si riempirà immediatamente di bolle, che penetreranno nelle branchie e negli organi interni. Di conseguenza, il pesce morirà. Oltre al gas, il cloro viene aggiunto all'acqua per la disinfezione, ma avvelenerà anche gli esseri viventi.

Per eliminare i gas, l'acqua del rubinetto può essere versata in contenitori di vetro e lasciatela riposare per diversi giorni (2-3 giorni). C'è un altro modo rapido: versare l'acqua in articoli smaltati, portarlo alla stufa a 60 o 80 gradi, mettere da parte e raffreddare. L'acqua bollita è dannosa - lascia sulle pareti dei piatti delle incrostazioni carbonato di calcio e magnesio. L'acqua bollita può essere versata nella deposizione delle uova, ma in casi estremi. Per riempire l'intera area dell'acquario con acqua bollita ci vorrà molto tempo. Un'altra sfumatura: l'acqua bollita uccide tutta la microflora utile.


Se non si dispone di rifornimento idrico (questo si verifica nel nostro tempo), si dovrebbe andare in un fiume pulito o lago (dove non ci sono segni "No nuoto è proibito!", Ecc.), E prendere l'acqua da lì. Se è pulito, i pesci del fiume (persico, orata, scarafaggio) vivono davvero e prosperano in esso, c'è una rete idrica, che è un buon segno. Per distruggere i parassiti, tale acqua viene riscaldata in una pentola di smalto a 80-90 gradi, ma non per farne acqua bollita. I parametri saranno diversi dal liquido del rubinetto, quindi pensate se prendere un tale rischio. Puoi andare in un'altra casa e avere acqua corrente lì.

Oltre allo scongelamento, alla primavera, alla pioggia e all'acqua distillata, è consigliabile versare il 30% dell'acqua dal vecchio acquario al liquido infuso dal rubinetto. Se fosse stato tenuto al sicuro, il pesce e le piante non facevano male lì, l'acqua in lui non era fangosa: questa è una scoperta. Nel vecchio acquario (residenziale), se è stato versato da un rubinetto per lungo tempo, ci sono molti microbatteri utili che creeranno nella nuova dimora l'ambiente biologico naturale. In un ambiente acquario residenziale contiene una serie di impurità organiche che sono molto utili per l'ambiente acquatico. Rendono l'acqua più acida, non permettono ai batteri putrefatti e patogeni di moltiplicarsi. Se viene versata acqua di alta qualità e provata nel serbatoio, tutti i suoi abitanti possono essere sani.

Perché morire in un acquario?

È molto spiacevole quando il pesce inizia a morire nell'acquario. Sembrerebbe che tutto sia stato fatto correttamente: l'acqua pulita è stata versata, l'attrezzatura per l'acquario stava funzionando, il pesce ha ricevuto un pasto puntuale. Nonostante questo, gli animali muoiono. Sfortunatamente, questa situazione si verifica abbastanza spesso nei neofiti del settore dell'acquario, motivo per cui è necessario armarsi di conoscenza delle cause di questo fenomeno. Ogni acquariofilo principiante dovrebbe capire in anticipo quanto segue: se le condizioni vengono create nella casa dell'acqua per i suoi abitanti che sono il più vicino possibile al loro habitat naturale, allora non si ammaleranno, tanto meno muoiono.

Per lo meno, il rischio di morte sarà ridotto al minimo.

La pratica dimostra che nella stragrande maggioranza dei casi, la morte del pesce non è causata da alcuna malattia esterna, ma da errori nel contenuto, nell'analfabetismo e nella negligenza dei loro proprietari. Ci sono varie ragioni per questo sfortunato fenomeno o un'intera combinazione di cause e fattori che dovrebbero essere considerati in dettaglio.

Acqua dell'acquario di cattiva qualità

Questo non significa che l'acqua sia molto sporca o fangosa. No, può essere relativamente puro, ma avvelenato da composti chimici tossici, che si formano a causa dell'attività vitale dei pesci.

Chimica dannosa

Stiamo parlando di composti dell'azoto, che comprendono ammoniaca, ammonio e altri nitrati. Queste tossine saranno inevitabilmente presenti nell'acquario, poiché il pesce ogni giorno lascia molti rifiuti, che vengono costantemente decomposti.

Pertanto, la purezza visiva dell'acqua è spesso accompagnata dalla comparsa di un odore sgradevole di marciume, che indica un'alta concentrazione di composti azotati tossici.

Questo odore è particolarmente evidente se l'acquario è sovraffollato e il sistema di depurazione biologica dell'acqua non affronta il trattamento delle tossine. Di conseguenza, il pesce comincia ad essere gradualmente avvelenato e successivamente muore.

Questo stato di acqua dell'acquario si forma nei seguenti casi:

  • nel nuovo acquario non ha ancora raggiunto l'equilibrio ecologico;
  • i batteri benefici che trasformano i nitriti tossici in nitrati neutri non sono ancora a pieno regime;
  • nuovi pesci sono stati aggiunti ad un sistema acquatico bilanciato funzionante;
  • sovrappopolazione dell'acquario;
  • fallimento del biofiltro;
  • manutenzione e pulizia improprie del biofiltro, con conseguente distruzione della colonia di microrganismi benefici.

Su questa base, vengono prese alcune misure per prevenire l'avvelenamento da acqua. Può essere una sostituzione di una parte del suo volume, o l'installazione di un nuovo biofiltro, o il trasferimento di pesce in più.

Parametri dell'acqua e il lancio del pesce nell'acquario

La scarsa qualità dell'ambiente acquatico è anche una violazione dell'equilibrio del pH e la discrepanza tra la durezza dell'acqua e le condizioni usuali per l'esistenza di animali da compagnia acquariofili.

Ci sono casi frequenti quando una persona porta un pesce appena comprato in un negozio di animali e lo rilascia immediatamente dalla confezione al suo acquario, senza pensare che l'animale possa subire uno shock naturale dalla discrepanza tra le condizioni ambientali. E come risultato - la morte il giorno dopo.

Pertanto, è necessario non solo conoscere le condizioni esatte di una o di un'altra specie, ma anche chiarire con il venditore i parametri dell'acqua nel negozio di animali. E se necessario, organizza una procedura per adattare un nuovo pesce.

Temperatura dell'acqua

La morte del pesce può anche verificarsi a causa di una diminuzione o aumento della temperatura dell'ambiente acquatico. L'opinione che una deviazione da una certa modalità di temperatura di 2-3 gradi in una direzione o nell'altra non influenzi la salute degli animali da acquario è profondamente sbagliata. Se la temperatura diminuisce, c'è il pericolo di morire per un raffreddore, e mentre sale, il pesce potrebbe morire per mancanza di ossigeno.

Mancanza di ossigeno come fattore negativo

Si sa che un pesce respira l'aria disciolta nell'acqua e può soffocare se è troppo poco in acqua. Sebbene questi casi siano molto rari, accadono.

Di norma, anche i principianti acquisiscono tutte le attrezzature necessarie per il funzionamento del sistema acquatico domestico.

E molto spesso, acquistando un filtro abbastanza potente, si fida di lui non solo per la purificazione dell'acqua, ma anche per la sua aerazione e miscelazione.

Tuttavia, gli esperti raccomandano di separare queste due funzioni e garantire il funzionamento continuo del compressore d'aria.

Acquario vicini all'aggressione

Anche se un grande pesce è considerato un erbivoro, può facilmente mangiare piccoli animali che si adattano alla sua bocca. Per molti abitanti del serbatoio idrico domestico, il grado di aggressività aumenta ripetutamente durante il periodo di deposizione delle uova.

Ci sono pesci aggressivi a causa delle loro caratteristiche naturali, i cui morsi e protuberanze sono molto dolorosi. Tutti questi fattori possono anche causare la morte di animali da acquario.

Quando acquisti un pesce non devi fare affidamento esclusivamente sulle opinioni dei venditori. Di norma, per loro il più importante è il fatto di vendita.

È meglio trascorrere del tempo e saperne di più sulla compatibilità di certe specie prima ancora di andare al negozio di animali. Le informazioni tematiche su questo argomento su Internet sono abbastanza sufficienti.

Alimentazione di qualità e sovralimentazione

Molti acquariofili alle prime armi credono sinceramente che dare ai pesci un pizzico di cibo commerciale secco ogni giorno sia sufficiente. Lontano da questo.

L'alimentazione continua dello stesso cibo secco può causare la morte di animali dall'infiammazione dello stomaco o dell'intestino.

Basti pensare a cosa accadrà al corpo umano, se è costantemente, giorno dopo giorno, a mangiare lo stesso cibo secco!

La dieta della stragrande maggioranza dei pesci dovrebbe essere varia, includere sia proteine ​​che prodotti vegetali.

superalimentazione - una causa molto comune di malattia e morte di animali. Ci sono due punti significativi qui. Di per sé, la sovralimentazione può portare a malattie degli organi interni. Inoltre, i detriti alimentari, depositandosi sul terreno e progressivamente decomponendosi, contribuiscono a una forte concentrazione di composti azotati, una grande dose dei quali è mortale per gli abitanti subacquei dell'acquario.

La malattia è la causa più comune

Questo è vero, ma in questo caso è necessario distinguere due fattori principali.

in primo luogoLa malattia può verificarsi come risultato di tutti i motivi sopra elencati. Ognuno di loro, se non uccide immediatamente il pesce, contribuirà a una netta diminuzione dell'immunità. È su questa base che può svilupparsi una malattia che può portare alla morte. Se ciò accade, gli animali domestici dovrebbero essere trattati contattando specialisti.

in secondo luogola morte del pesce può essere causata dallo sviluppo di malattie infettive. Questo è lo scenario peggiore che potrebbe essere nel processo di manutenzione dell'acquario. Perché compaiono malattie infettive? Di regola, ci sono due ragioni principali: il lancio nell'acquario di pesci già infetti o la comparsa di parassiti nella casa dell'acqua. Malattie fungine, ulcera peptica, lepidortosi, tubercolosi e molte altre infezioni possono causare non solo la morte di un individuo, ma anche la pestilenza.

È necessario monitorare quotidianamente il comportamento degli animali da compagnia acquari, esaminarli attentamente e, in caso di minimo sospetto, spostare la persona malata in quarantena e consultare uno specialista.

Sfortunatamente, almeno una volta il pesce muore in quasi tutti gli acquariofili. E i motivi potrebbero essere completamente diversi. È importante analizzare attentamente l'incidente, identificare una causa specifica e cercare di prevenirne la ricorrenza. E se non c'è abbastanza conoscenza ed esperienza, c'è internet e consigli da esperti proprietari di pesci ornamentali.

Come respira un pesce? L'apparato respiratorio del pesce. Come respirano i pesci sott'acqua?

Come fa un pesce a respirare nell'acqua? Una domanda molto interessante, rispondere non è affatto difficile. Respira attraverso le branchie, ma come avviene esattamente, perché l'acqua non è aria? Tutti i pesci hanno branchie? E possono respirare l'aria atmosferica? E come ottengono l'ossigeno dall'acqua? Ci sono così tante domande in una sola volta, se non altro per pensare a come respirare l'acqua. Cercheremo di trovare risposte a loro.

Organi respiratori del pesce

L'organo principale della respirazione del pesce sono le branchie. Si trovano vicino alla testa nella cavità branchiali. Questo è un organo associato. Inoltre, sono molto delicati, quindi per proteggerli copre la parte superiore della copertura branchia. Ma tutte le branchie hanno la stessa struttura? Certo che no. Diversi gruppi di pesci è diverso. Ad esempio, nei ciclostomi, le branchie sono a forma di sacchetto, e in cartilagine, ad esempio gli squali, sono lamellari. Ma il gruppo più numeroso - il pesce ossuto - ha le branchie a pettine. Hanno la struttura più complessa. È anche un fatto molto interessante: a differenza di tutti gli altri, i pesci ossei "respirano" attraverso la bocca. Ma nei ciclostomi e nei pendii cartilaginei, l'acqua con l'ossigeno entra dall'esterno. Nel processo di evoluzione, l'apparato respiratorio del pesce diventa costantemente più complesso e migliorato. La maggior parte dei pesci respira ossigeno disciolto in acqua, ma ci sono eccezioni, quelli che possono usare l'aria.

lungfish

I pesci Lungfish respirano allo stesso modo di tutte le altre specie. Ma hanno una caratteristica interessante. Questo gruppo molto antico di pesci ha non solo la branchia, ma anche la respirazione polmonare. Una volta che queste specie erano ampiamente distribuite sulla Terra. Ora c'è solo una squadra: l'osso. Si trovano in Australia, Africa e Sud America. Come organi per la respirazione polmonare, questi pesci hanno una o due (a seconda della specie) della vescica. Si trovano sull'esofago dal lato ventrale. Ciò consente al polmone di rimanere in riserve di ossigeno per lungo tempo, dove gli altri pesci semplicemente non possono sopravvivere.

Organi respiratori Cycloster

All'alba della comparsa del pesce, forse il primo a svilupparsi, sebbene non il più complesso, ma comunque branchie, sono i ciclostomi. Non è nemmeno completamente pesce. Il teso (ciclostomi) è apparso molto prima e sono un distaccamento separato della mascella. I loro organi respiratori sono rappresentati da sacche branchiali. Sono di origine endodermica e sono sorti a causa della separazione dalla faringe. Come respirano le lampreda con il loro aiuto? Ha sette sacchi di branchi accoppiati, ciascuno con due fori. Il primo è chiamato esterno, e il secondo è interno, conduce al tubo di respirazione. Inoltre, questo foro può costantemente aprire e chiudere. Il tubo respiratorio stesso era formato a seguito della divisione faringea. La parte superiore divenne digestiva e la parte inferiore divenne respiratoria. Nella maggior parte delle lamprede, le aperture esterne delle branchie sono combinate in un unico canale. Si apre un po 'oltre l'ultimo sacco branchia. In lamprede e mixin, l'apertura nasale è collegata alla faringe. Pertanto, anche quando un pesce scava nella sabbia, può respirare. Quando i ciclostomi si nutrono, l'acqua penetra nelle sacche branchiali, non attraverso la cavità orale o nasale, ma attraverso le aperture esterne delle branchie.

La struttura dell'apparato branchia di pesci ossei

I pesci ossei respirano attraverso le branchie. Hanno una struttura complessa. Quindi, l'apparato branchia consiste di cinque archi branchiali. Sono in una speciale cavità dietro la testa. Al fine di proteggere l'arco da danni meccanici, sono coperti con una copertura rigida e resistente sulla parte superiore. Cresce man mano che aumenta la dimensione del pesce. Gli archi gill all'esterno hanno due file di petali supportati da cartilagini di supporto. Sono il processo di scambio di gas. Un'arteria si avvicina al ramo branchiale e porta nel sangue arterioso. Здесь она обогащается кислородом и разносит его ко всем органам и тканям. С внутренней стороны находятся жаберные тычинки. Они выполняют роль фильтра и защищают от попадания пищевых частичек.

Как дышит рыба в воде?

Дыхание рыб происходит следующим образом. При вдохе она открывает широко ротовое отверстие. При этом жаберные дуги максимально раздвигаются, а жаберная крышка, напротив, плотно прижимается к голове. Quindi, l'acqua entra nella bocca e passa, ma non esce. Inoltre, nella cavità branchia, l'ossigeno viene assorbito attraverso i petali. Il sangue acidificato che arriva a loro è saturo. Arricchito con l'ossigeno, lo porta a tutti i tessuti del pesce. Quando espiri, la bocca del pesce si chiude e le copertine sono sollevate. Quindi, l'acqua viene spremuta. Nei capillari dei petali sugli archi branchiali, non si verifica solo il gas ma anche il metabolismo del sale dell'acqua. Non solo l'anidride carbonica viene rilasciata nell'acqua dai vasi sanguigni, ma anche l'ammoniaca e altre sostanze prodotte durante il metabolismo. Questa è una descrizione dettagliata di come il pesce respira sott'acqua.

Ulteriori organi respiratori

Ma come la maggior parte delle specie sulla Terra, i pesci hanno ulteriori organi respiratori. Ovviamente le branchie rimangono le principali. Ma oltre a loro, la pelle, gli intestini e persino gli organi speciali, come le sacche polmonari o il "labirinto", sono coinvolti nel processo di scambio gassoso. Ma tutto ciò dovrebbe essere discusso in ordine. In molte specie di pesci, specialmente in quelli che scelgono l'acqua torbida e povera di ossigeno come habitat, la respirazione della pelle è molto intensa. Come respira una pelle di pesce? Assorbe semplicemente l'ossigeno attraverso la sua superficie. A volte tale respiro arriva persino in cima. Un altro dispositivo è la vescica natatoria. Si accumula aria e il pesce ne assorbe l'ossigeno. Quindi può anche vivere per qualche tempo fuori dall'acqua. L'intestino può svolgere lo stesso ruolo della vescica natatoria. Il pesce labirinto nella cavità branchia ha una speciale sezione tascabile. Le sue pareti sono densamente penetrate dai capillari. Ci sono processi di scambio di gas. È interessante notare che il pesce labirinto respira l'ossigeno atmosferico. Possono fare a meno dell'acqua per diversi giorni. Naturalmente, questi non sono tutti esempi di come diverse specie di pesci si adattino sorprendentemente all'ambiente. Hanno ancora molti segreti per sopravvivere anche in condizioni molto difficili.

Cosa fare se trovi un pesce morto?

All'improvviso hai scoperto che sei morto in un acquario e non sai cosa fare ora? Abbiamo raccolto cinque consigli per far fronte alla morte del pesce e cosa fare se ciò accadesse. Ma ricorda che anche nelle condizioni più ideali, muoiono ancora. Spesso, improvvisamente, senza motivo apparente e molto fastidioso per il proprietario. Soprattutto se si tratta di un pesce grande e bello, come i ciclidi.

Attenzione! Prima di tutto, controlla come respirano i tuoi pesci!

Spesso i pesci d'acquario muoiono a causa del fatto che i parametri dell'acqua sono cambiati. L'effetto più pernicioso su di loro è il basso livello di contenuto di ossigeno nell'acqua. Il comportamento caratteristico è che la maggior parte dei pesci si trova sulla superficie dell'acqua e ne ingerisce aria. Se la situazione non viene corretta, dopo un po 'iniziano a morire. Allo stesso tempo, tali situazioni possono verificarsi anche tra acquariofili esperti! Il contenuto di ossigeno nell'acqua dipende dalla temperatura dell'acqua (più è alto, meno ossigeno viene sciolto), dalla composizione chimica dell'acqua, dalla pellicola batterica sulla superficie dell'acqua, dallo scoppio di alghe o ciliati. È possibile aiutare i cambi parziali dell'acqua attivando l'aerazione o dirigendo il flusso dal filtro vicino alla superficie dell'acqua. Il fatto è che durante lo scambio di gas, sono le fluttuazioni della superficie dell'acqua che svolgono il ruolo decisivo.

1. Guarda

Controllare e ricalcolare il pesce ogni giorno, durante l'alimentazione. Sono tutti vivi? Tutti sono sani? Tutti hanno un buon appetito? Sei neon e tre maculati, tutto è a posto?
Se qualcuno è mancato, controlla gli angoli dell'acquario e solleva il coperchio, forse è da qualche parte al piano superiore nelle piante? Ma non riesci a trovare un pesce, è possibile che sia morta. In questo caso, interrompere la ricerca. Di norma, un pesce morto diventa comunque visibile, o galleggia in superficie, o giace sul fondo, il pavimento è impigliato, lapidato o addirittura cade nel filtro. Ogni giorno, ispeziona l'acquario, è apparso il pesce morto? Se trovato, allora ...

2. Rimuovi il pesce morto

Tutti i pesci morti e le grandi lumache (come fiale o mariz) devono essere rimossi dall'acquario. Essi marciscono molto rapidamente nell'acqua calda e creano terreno per lo sviluppo di batteri, l'acqua è più fangosa e comincia a puzzare. Tutto ciò avvelena altri pesci e conduce alla loro morte.

3. Guarda il pesce morto

Se il pesce non è troppo scomposto, non esitare a esaminarlo. Questo è sgradevole, ma necessario. Le sue pinne e le sue squame sono piene? Forse i suoi vicini l'hanno picchiata a morte? Gli occhi sono a posto e sono noiosi? Ventre fortemente gonfio come nella foto? Forse ha un'infezione interna o si è avvelenata con qualcosa.

4. Controllare l'acqua

Ogni volta che trovi un pesce morto nel tuo acquario, devi controllare la qualità dell'acqua con l'aiuto dei test. Molto spesso la causa della morte dei pesci è l'aumento del contenuto di sostanze nocive nell'acqua - ammoniaca e nitrati. Per testarli, ottenere in anticipo test per l'acqua, gocciolare meglio.

5. Analizzare

I risultati del test mostreranno due risultati, o tutto va bene nel tuo serbatoio e dovresti cercare la causa in un altro, oppure l'acqua è già piuttosto inquinata e devi sostituirla. Ma ricorda che è meglio non modificare più del 20-25% del volume dell'acquario, in modo da non modificare troppo drasticamente le condizioni di manutenzione del pesce.
Se l'acqua va bene, allora devi cercare di determinare la causa della morte del pesce. Tra i più comuni: malattia, fame, sovralimentazione (soprattutto cibo secco e bloodworms), stress prolungato a causa di condizioni abitative improprie, età, attacco di altri pesci. E una ragione molto frequente - e chissà perché ... Credetemi, qualsiasi acquariofilo, anche quello che ha tenuto un pesce complesso per molti anni, ha morti improvvise per vedere il suo pesce preferito.
Se l'incidente è un caso singolo, non preoccuparti: stai attento ai nuovi pesci o muori. Se succede sempre, allora ovviamente qualcosa non va. Assicurati di contattare un acquariofilo esperto, è facile da trovare ora, dal momento che ci sono forum e Internet.

Come respira un pesce? Tutto su

Come respira un pesce? Tutto su

Guarda il video: 10 Trucchi di Sopravvivenza Che Devi Conoscere (Agosto 2021).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send