Domande

Come calcolare l'illuminazione nell'acquario

Pin
Send
Share
Send
Send


Come calcolare l'illuminazione nell'acquario :: qual è la luce nell'acquario :: Acquario di pesci

Come calcolare l'illuminazione nell'acquario

La vita di ogni organismo vivente è strettamente connessa alla luce. In un acquario, una sovrabbondanza di luce può innescare la crescita di alghe semplici e portare a molti altri problemi. Tuttavia, con la mancanza di illuminazione le tue piante non si svilupperanno correttamente o moriranno.

La domanda "apre un negozio di animali, gli affari non vanno, cosa fare?" - 2 risposte

istruzione

1. È molto difficile regolare l'illuminazione naturale, a volte è semplicemente impossibile, quindi è necessario utilizzare luce artificiale aggiuntiva per garantire una vita piena dell'acquario, prima di tutto è importante per le tue piante. La potenza e la durata dell'illuminazione calcolate correttamente ti aiuteranno a ottenere un risultato ottimale.

2. Prima di tutto, è necessario sapere che l'acquario deve essere illuminato in modo uniforme, è possibile farlo solo utilizzando la luce artificiale. Gli esperti dicono che, idealmente, l'acqua dovrebbe essere illuminata solo con lampade speciali, senza la partecipazione della luce solare, dal momento che sono i raggi del sole che provocano la crescita delle alghe brune. Metti l'acquario lontano dalla finestra e ottieni un'illuminazione speciale.

3. È necessario conoscere alcuni consigli generali che consentono di scegliere la potenza delle lampade fluorescenti per l'acquario. Se il tuo acquario ha una profondità di circa quaranta centimetri, allora è abbastanza semplice calcolare l'illuminazione: usa lampade che possono darti un watt per centimetro della lunghezza dell'acquario. Ad esempio, se la lunghezza è di 50 cm, avrai bisogno di una lampada da 50 watt. Esiste un altro metodo di calcolo più universale: 0,5 watt dovrebbero essere usati per ogni litro del vostro acquario, il che significa che una lampada di 30 watt è sufficiente per un volume di 60 litri.

4. L'illuminazione principale è necessaria per le vostre piante d'acquario. Probabilmente molte persone sanno che la maggior parte delle alghe ornamentali provengono dai tropici. In un tale clima, la durata delle ore diurne è in media dodici ore, e vale la pena partire da questa cifra. Per le piante nel tuo acquario, una buona giornata può essere una giornata di 12 ore, ma tieni presente che devi prima calcolare correttamente la potenza dei dispositivi, senza che la durata della giornata non sia importante, in quanto l'illuminazione sarà troppo luminosa o troppo noiosa.

Fai attenzione

È possibile evitare problemi con l'illuminazione, se inizialmente si acquista un acquario con un coperchio in cui sono incorporate lampade speciali. L'unico svantaggio di un tale acquisto è il prezzo.

Buon consiglio

Se ti piace guardare l'acquario in un momento successivo della giornata, è meglio installare una fonte di luce aggiuntiva nelle vicinanze. Lo stesso giorno di luce per l'acqua non dovrebbe superare.

Modalità, il calcolo dell'acquario di illuminazione

All'atto di disposizione di un acquario un'attenzione speciale è data a illuminazione. Il fatto è che la sua qualità dipende dalla salute degli abitanti dell'acquario e dal loro colore. L'illuminazione influisce anche sulle condizioni generali delle piante sottomarine. Questo è il motivo per cui questo problema dovrebbe essere trattato con tutte le responsabilità.

In media, si consiglia di illuminare l'acquario almeno dodici ore al giorno. Tra gli acquariofili questo periodo è chiamato giornata tropicale. Affinché piante e pesci si sviluppino uniformemente, l'illuminazione è collocata nella parte superiore dell'acquario sopra l'acqua, principalmente sul coperchio.

Vale la pena notare che molte piante che vivono nell'acqua, di notte, le loro foglie si spostano verso la parte centrale dello sbocco. Possono anche chiudere i punti di crescita. Di norma, questo succede più vicino alle nove di sera. Quindi, le piante dimostrano che la fotosintesi, che viene eseguita con l'aiuto della luce, è finita. Questo imposta la modalità di illuminazione dell'acquario.

L'assenza di illuminazione notturna è estremamente necessaria per le piante. Il fatto è che questa volta del giorno sono impegnati nell'assimilazione e nell'elaborazione del carbonio accumulato durante la fotosintesi diurna. Pertanto, per le piante è molto importante osservare l'alternanza del giorno e della notte.

Inoltre sensibile al cambio del giorno del pesce: ha un impatto significativo sul comportamento degli animali domestici. Nel buio, i pesci che erano troppo attivi durante il giorno riposano, nuotano lentamente e persino congelano per alcune ore. Quei pesci che, per natura, si attivano con l'inizio della notte, cominciano a mostrare segni di vita.

Ad esempio, c'è un tipo di pesce gatto che non lascia i loro rifugi durante il giorno, anche se sono molto affamati. Pertanto, se tali pesci vivono in un acquario, è necessario versare il cibo per loro prima di spegnere la luce.

Il calcolo dell'illuminazione dell'acquario è fatto in base a quali tipi di piante e pesci vi abitano. Alcuni esperti ritengono che per ottenere il livello desiderato di illuminazione, è sufficiente installare un acquario in modo che ottenga la luce naturale.

Vale la pena notare che l'acqua si surriscalda dall'esposizione alla luce solare, le alghe iniziano a crescere molto più velocemente e l'acqua può persino "fiorire". Prima di tutto, i pesci ne soffrono. Ecco perché la soluzione corretta sarebbe utilizzare lampade speciali per acquari. Per non impegnarsi in una commutazione costante delle lampade, quando è necessario passare dalla modalità giorno alla modalità notte e viceversa, è possibile utilizzare timer speciali.

Informazioni sugli aspetti importanti dell'illuminazione dell'acquario

Ogni acquariofilo prima o poi dovrà affrontare la necessità di acquistare attrezzature aggiuntive: si tratta di dispositivi per l'aerazione, la filtrazione e le lampade che forniscono l'illuminazione necessaria per l'acquario. Consideriamo più in dettaglio i principali aspetti relativi a questo problema.

Prima di tutto, è necessario capire chiaramente: la presenza di luce è molto importante per i pesci che abitano il tuo acquario, per le piante in acquario, anche per i batteri. E se l'illuminazione nell'acquario è insufficiente, prima di tutto lo imparerai dalle piante. In tali situazioni, invece del colore verde, acquisiscono una tonalità marrone scuro. successivi processi di decadimento, che portano a una violazione dell'equilibrio biologico nell'acquario, allo sviluppo di vari organismi nocivi e, in definitiva, alla morte del pesce.

Come potete vedere, per garantire un'adeguata illuminazione è estremamente necessario. Sul mercato moderno ci sono una varietà di lampade nell'acquario, che permettono di tenere conto delle peculiarità di specifici pesci e piante d'acquario.

Informazioni generali

Molto dipende molto dalla corretta illuminazione dell'acquario. Il fatto è che la stragrande maggioranza delle piante e dei pesci che possono vivere in un acquario provengono dai tropici. E a queste latitudini, la durata della luce del giorno è di circa 12 ore tutto l'anno. Di conseguenza, è necessario disporre l'illuminazione dell'acquario in modo che i pesci vivano nelle condizioni delle loro solite ore di luce.

È necessario organizzare pause nell'illuminazione durante il giorno? In realtà, non c'è semplicemente una risposta inequivocabile alla domanda su quanta luce deve essere accesa. Tuttavia, la presenza di tali interruzioni non svolgerà un ruolo speciale. È solo per comodità che ti consigliano di accendere l'illuminazione intorno alle 10-11 del pomeriggio, che ti permetterà di divertirti con divertenti giochi di pesce nell'illuminazione dell'acquario nello stesso periodo di tempo la sera.

Come determinare correttamente in che modo esattamente l'acquario sarà dotato di illuminazione? Di norma, gli acquariofili principianti scelgono un metodo per organizzare l'illuminazione in cui la luce nell'acquario viene fornita a lungo. È vero, questo metodo non è sempre combinato con il modo di vita necessario per pesci e piante. Il secondo metodo prevede l'organizzazione delle pause, come abbiamo detto sopra. ie Questo è un metodo in cui la luce viene interrotta durante il giorno per un'ora o due. Infine, il terzo metodo è calpestato. Il metodo step (come suggerisce il nome) si basa sul fatto che per un certo periodo di tempo le lampade brillano a piena potenza. Successivamente, il metodo graduale implica una diminuzione graduale dell'intensità della luce, la sua completa chiusura e un'ulteriore accensione con un graduale aumento di intensità. Per molti, il metodo step è il più accettabile.

In generale, è possibile trasferire le funzioni di accensione / spegnimento dell'illuminazione nell'arco della giornata all'automazione. Ad oggi, esistono prese e timer molto convenienti, che consentono di automatizzare completamente la gestione del processo di illuminazione. Il principio di funzionamento di questo tipo di timer è abbastanza accessibile: sono inseriti nella presa e impostano una specifica modalità di illuminazione.

Intensità della retroilluminazione

Come determinare l'intensità accettabile di illuminazione nell'acquario? È possibile verificare con l'informazione che il calcolo ottimale è di 0,5 W per litro d'acqua nell'acquario. Tuttavia, questo calcolo non può essere chiamato l'unico vero. La profondità dell'acqua, le caratteristiche individuali dell'habitat familiari al pesce e alla pianta, hanno un impatto sul calcolo finale di quanta energia è necessaria per determinare l'intensità della retroilluminazione. Dopo tutto, è ovvio che gli abitanti dell'acquario, abituati alla vita in profondità, hanno bisogno di molta meno luce rispetto ai residenti di acque poco profonde. È anche abbastanza chiaro che a una profondità di circa 20 cm, l'intensità della luce è maggiore di una profondità di 60 centimetri.

Pertanto, il calcolo finale dell'intensità del flusso luminoso nell'acquario può essere selezionato esclusivamente con una sorta di esperimento. Si consiglia di prendere come base un calcolo tipico di 0,5 V / l, dopo il quale aumentare o diminuire l'intensità. Di conseguenza, puoi scegliere quanto è il calcolo ottimale per il tuo caso particolare. Se l'illuminazione è eccessiva, l'acqua dell'acquario inizierà a fiorire, il filamento si svilupperà, le pareti saranno ricoperte di alghe. Con una mancanza di luce, il pesce avrà difficoltà a respirare, le piante a foglie piccole inizieranno a morire e l'acquario sarà coperto di macchie marroni. In questo caso, potrebbe essere necessaria un'illuminazione aggiuntiva.

Spettro luminoso

Le piante acquatiche sono particolarmente esigenti per lo spettro della luce. Il fatto è che per la fotosintesi efficace delle piante è necessaria la presenza di due gamme di colori strette:

  • viola-blu (circa 440 nm);
  • e rosso-arancio (circa 660-700 nm).

Va notato che le lampade fluorescenti standard non forniscono uno spettro sufficiente di illuminazione per le piante. I moderni fitolamp fluorescenti consentono di organizzare completamente lo spettro richiesto. È inoltre possibile disporre di illuminazione per acquari a LED (LED).

A proposito di lampade

Quando si installa l'illuminazione nell'acquario, è necessario decidere le lampade utilizzate. I loro tipi sono diversi, ma ognuno è caratterizzato da vantaggi e svantaggi. Studiamo questa domanda in modo più dettagliato.

Per molto tempo, l'acquario è stato equipaggiato con normali lampadine a incandescenza. Successivamente, sono stati sostituiti con lampade a risparmio energetico. Tuttavia, va riconosciuto che fornire l'illuminazione in un acquario con tali lampade è un'opzione obsoleta. Il fatto è che l'uso di lampade (incluso il risparmio energetico) non dà abbastanza luce. Inoltre, queste lampade riscaldano troppo, il che porta a squilibri nel bilancio termico dell'acquario. La situazione è simile quando si usano lampade a risparmio energetico.

Le lampade fluorescenti possono produrre una buona intensità luminosa. Tuttavia, abbiamo già notato sopra che è impossibile fornire lo spettro di luce richiesto dalle piante con lampade fluorescenti.

I fitolampi moderni possono essere una buona opzione. Tale illuminazione dovrebbe fornire un'intensità luminosa ottimale e organizzare lo spettro necessario. È vero, dotare un acquario di tali lampade non è il piacere più economico.

LED (illuminazione a LED, GHIACCIO) è un modo nuovo, conveniente e perfetto per fornire luce. Il fatto è che i LED sono il più vicino possibile alla luce solare naturale. Quando si accende l'acquario attraverso l'illuminazione a LED, si ottiene ICE per mantenere la stabilità della temperatura dell'acqua. Inoltre, la risorsa a LED supera significativamente la vita di fabbrica di altri tipi di lampade.

Ci sono altri due aspetti positivi dell'utilizzo dei LED. Innanzitutto, ICE è la capacità di autoregolare la luminosità dell'illuminazione. In secondo luogo, il LED offre una varietà di colori di illuminazione. Come risultato dell'utilizzo di ICE ha ottenuto splendide foto di vita sottomarina.

Come puoi vedere, l'illuminazione dell'acquario è una tappa importante. La riuscita soluzione di questo problema dipende dal tipo di lampada scelto e dalle caratteristiche delle piante e dei pesci che abitano l'acquario. E con il giusto approccio, tutti i residenti dell'acquario dovrebbero essere insolitamente a loro agio.

Luce nell'acquario

La normale vita delle piante acquatiche e degli esseri viventi dipende direttamente dalla qualità della luce. E ogni appassionato di pesci d'acquario avrà sicuramente delle domande: abbiamo bisogno di luce nell'acquario e perché è necessario? Proviamo a trovare le risposte a queste domande.

Ai vecchi tempi, gli amanti del pesce mettono il loro acquario vicino alla finestra per una migliore illuminazione. Tuttavia, hanno presto notato che se la luce proveniente dalla finestra cade sulla casa del pescatore in un angolo, allora le sue pareti cominciano a crescere per le alghe.

Successivamente, con l'avvento dell'illuminazione moderna, la luce naturale per i pesci negli acquari è stata sostituita da quella artificiale.

Oltre alla funzione decorativa, la luce nell'acquario svolge anche un importante carico fisiologico. Dopotutto, per il corretto sviluppo della luce è necessario per tutti gli organismi viventi, e la sua assenza fa sì che siano stressanti.

Quando accendere la luce nell'acquario?

Quasi tutti i pesci e le piante d'acquario provengono dai tropici, dove il giorno di luce dura circa 12 ore, indipendentemente dal periodo dell'anno. Pertanto, per i loro animali da acquario è meglio organizzare il tipo di illuminazione a cui sono abituati in natura.

Non c'è ancora una sola risposta alla domanda: hai bisogno di fare delle pause nell'illuminazione dell'acquario? È possibile accendere la lampada alle 10-11 del mattino e alla sera spegnerla allo stesso tempo. Ed è meglio se il dovere di accendere / spegnere la luce nell'acquario fornirà un timer speciale che lo farà anche in tua assenza.

Come calcolare la luce nell'acquario?

Si consiglia a molti acquariofili di impostare l'intensità dell'illuminazione sulla base di un litro di acqua - una lampada con una potenza di 0,5 watt. Non dimenticare di prendere in considerazione la profondità del tuo acquario: per i pesci che vivono in profondità, hai bisogno di meno luce rispetto a quelli poco profondi.

Come dimostra la pratica, è possibile sperimentalmente raccogliere la luce nel tuo acquario, a partire dalla media di 0,5 W. Se c'è un eccesso di luce nell'acquario, l'acqua inizierà a fiorire e le pareti si riempiranno di alghe. Sotto luce insufficiente, il pesce respira pesantemente, le piante a foglie piccole dell'acquario inizieranno a morire e appariranno macchie marroni sulle pareti.

Lo spettro di illuminazione nell'acquario

Le piante subacquee di illuminazione spettrale più esigenti. Affinché la fotosintesi si verifichi in essi, sono necessari un intervallo di luce blu-violetto e un rosso-arancio. Le lampade fluorescenti convenzionali non possono raggiungere questo obiettivo. Ma i LED moderni e fitolampy si adattano perfettamente al compito.

Come scegliere una lampada per l'acquario?

Le lampade per acquari sono disponibili in diverse opzioni:

  • lampadine a incandescenza - l'opzione peggiore, brillano male, ma molto caldi;
  • lampade fluorescenti non fornire completamente la gamma di luce richiesta;
  • fitolampy fornire l'intensità desiderata di luce, ma il loro costo è piuttosto alto;
  • Illuminazione a LED più vicino al sole Mantiene una temperatura dell'acqua stabile. Con il loro aiuto, puoi regolare la luminosità e lo spettro dell'illuminazione della luce nell'acquario.

Illuminazione dell'acquario e scelta di lampade, che è meglio scegliere?



Illuminazione dell'acquario e selezione della lampada

Una corretta illuminazione in un acquario è una delle questioni globali dell'acquario. È difficile capire i principianti del mestiere dell'acquario e gli acquariofili esperti discutono e discutono costantemente sulla potenza, sullo spettro e sulle fonti di luce.
In questo articolo vorrei sistemare tutto, concentrare tutte le informazioni sull'illuminazione dell'acquario e la cosa principale è cercare di presentarlo in modo accessibile. In modo che tutti lo capissero, sia principianti che professionisti.

Caratteristiche generali dell'illuminazione dell'acquario

Penso che la conversazione dovrebbe iniziare con la determinazione della potenza dell'illuminazione per un particolare acquario.
SOMMARIO: La potenza è misurata in watt. watt (Abbreviazione russa: W, internazionale: W) è l'unità di misura della potenza nel Sistema internazionale di unità (SI). Chiamato in onore dell'inventore scozzese-irlandese James Watt (Rus. Watt).
In "Runet", gli standard "generalmente accettati" della potenza dell'illuminazione vagano:
0,1-0,3 watt per litro di volume puro di acqua dell'acquario (di seguito "watt / l") - per un serbatoio senza piante acquatiche vive.
0,2-0,4 watt / l - per il mantenimento di pesci che amano l'ombra (pesce gatto, pesce "notturno"). При этом в аквариуме можно содержать живые аквариумные растения, которые не требуют много освещения: криптокорины, валлиснерия, мох яванский, некоторые эхинодорусы прочие.
0,4-0,5 Ватт/л - подойдет для аквариумов с ограниченным количеством растений. При таком освещении большинство аквариумных растений будут расти, но их рост будет замедлен, а внешний вид "искажен" - растения будут тянутся изо всех сил вверх - поближе к источнику освещения.
0,5-0,8 Ватт/л - оптимальная освещенность подходящая для красивого, декоративного аквариума с живыми аквариумными растениями. 90% растений прекрасно развиваются и принимают яркую окраску.
0,8-1 watt / l e sopra - l'illuminazione necessaria per un denso impianto di piante d'acquario o per la manutenzione di piante di terreno e meristemi. Tali acquari si chiamano: olandese, Amanov.
Tuttavia, i parametri di cui sopra sono approssimativi e condizionali. Molto dipende non solo dalla potenza dell'illuminazione, ma anche dai parametri dell'acquario stesso (lunghezza, larghezza, altezza), dallo stato dell'acqua dell'acquario e da altri parametri minori: "invecchiamento" delle lampade, perdita del vetro di copertura, riscaldamento dell'aria, ecc.
Per capire l'essenza di ciò che è stato detto, vediamo cosa succede alla luce quando entra nell'acqua! Ahimè, l'intensità della luce nell'acqua cade inesorabilmente. Nell'acqua di media trasparenza, l'intensità dello studio diminuisce ogni 10 cm., Di circa il 50%.


Non è difficile calcolare che, ad esempio, se si ha un'illuminazione di 50 watt, solo 12,5 watt raggiungono il fondo dell'acquario con un'altezza di 50 cm. Ecco perché se decidi di ricreare un acquario con bellissime piante d'acquario e allo stesso tempo non installi un'illuminazione potente, dovrebbe essere il più basso possibile.
Non meno curiosa opinione Takashi Amano e ADAsu questo L'approccio di Amanov alla determinazione della potenza della lampada è marcatamente diverso da quello generalmente accettato. Amano sicuramente va da una misura di Watt per litro. In base alle caratteristiche di illuminazione degli acquari di Takashi Amano, è stato determinato che la potenza dell'illuminazione (lampade) non dipende direttamente dal volume del serbatoio. Ad esempio, per i piccoli acquari Takashi Amano, 8 watt / l sono troppo piccoli e per volumi superiori a 450 l. - 2 watt per litro sono troppi. Affermando ciò, Amano presume che l'illuminazione dipenda più dalla superficie dell'acqua ...
Concludendo la conversazione su Watts, che può essere continuata all'infinito, andando sempre più avanti nelle sottigliezze e sfumature, un'altra cosa dovrebbe essere notata: potere di illuminazione - Questo è il parametro principale da cui respingere al momento di decidere il contenuto delle piante d'acquario. no UDO (fertilizzante) né Fornitura di CO2 (anidride carbonica) non salverà la situazione in assenza di un'adeguata illuminazione. E la cosa è questa.
Il consumo di CO2 da parte delle piante dipende direttamente dalla potenza e dall'intensità dell'illuminazione dell'acquario. Per essere precisi dalla luce del giorno. L'intensità della fotosintesi delle piante d'acquario non è determinata dalla concentrazione di CO2, né dai micro e macro elementi (CDR), ma solo dalla LUCE !!! E non invertire!
Il processo di fotosintesi delle piante avviene solo in presenza di energia luminosa, mentre le piante convertono acqua, CO2 e sostanze nutritive (parole) in piante. Se non c'è un livello adeguato di illuminazione nell'acquario, la fotosintesi semplicemente non si verifica, CO2 e parole rimangono semplicemente non reclamate.
Quando c'è abbastanza luce, c'è una quantità sufficiente di CO2 e VDO, ottieni un risultato fenomenale: crescita rigogliosa e verde brillante! Un segno visivo esterno di saturazione della fotosintesi è la formazione di bolle di ossigeno sulle foglie delle piante un paio d'ore dopo aver acceso l'illuminazione dell'acquario. E questo è possibile solo con il bilanciamento di tutti e 3 i fattori: Light + CO2 + UDO.
Due parole sugli errori! Un errore comune quando si conservano le piante d'acquario è un tentativo di utilizzare lampade speciali per acquari per piante da acquario con picchi di spettro rosso e blu o un tentativo di aumentare la luce del giorno come compenso per la mancanza di luce.
Sfortunatamente, queste manipolazioni non danno il risultato giusto e, al contrario, portano a uno scoppio di alghe: la comparsa di un ago, una barba e altri problemi.
Su Internet, la tesi è ostinatamente ossessionante: "Le piante acquatiche hanno bisogno di uno spettro rosso e blu" ... anche se scoppi, non è altro che !!! Perché, allora, ci sono altri spettri? Il Signore è andato troppo lontano? La risposta suggerisce se stessa - NO! Contrariamente alle nozioni effimere sulla preferenza delle piante solo per lo spettro rosso e blu, l'assorbimento della luce avviene in modo praticamente uniforme nell'intero spettro della luce visibile. L'uso di lampade, l'illuminazione con picchi delle aree rosse e blu - sono infondate. Lampade di potenza sufficiente, con una vasta gamma, con temperatura di colore da 6500 a 10000 Kelvin: questo è tutto ciò che serve! L'uso di lampade speciali ha luogo quando si applica il principio dell'illuminazione mista, vale a dire quando una fonte di luce (lampada) è complementare all'altra.
Ora passiamo dalle opzioni di illuminazione e parliamo delle sue fonti. Se più avanti nel testo incontrerai valori e misurazioni incomprensibili, non allarmarti, tratteremo la seguente domanda.

Luci correnti per acquario


(vantaggi e svantaggi)

Lampada ad incandescenza (LN) - queste sono le famose "lampade Ilyich". L'illuminazione di tali lampade avviene per mezzo del filamento incandescente di tungsteno o delle sue leghe.
Questo tipo di illuminazione veniva utilizzato attivamente in epoca sovietica, per mancanza di un'alternativa. Ora, affondato nel dimenticatoio.
Vantaggi di LN: Sorprendentemente, lo spettro della luce delle lampade ad incandescenza è il più vicino possibile alla luce solare, che è molto apprezzata dalle piante d'acquario. Quanto è già così "buona" fonte di illuminazione, sbiadito?
Svantaggi di LN: Le lampadine a incandescenza hanno un'efficienza bassa / miserabile (in seguito - "efficienza") e un'emissione luminosa. Esempio, 100 Watt LN ha solo il 2,6% di efficienza, il 97% passa a "vuoto" - per la generazione di calore. Emissione luminosa, ahimè, 17,5 lumen / watt. La durata del LN, anche piccola - 1000 ore.
conclusioni: Data la bassa efficienza, ci vorranno molti LN per coltivare piante acquatiche. Che darà molto, molto calore, che porterà a un eccessivo riscaldamento dell'acqua, che è dannoso per i pesci e per le piante. Sì, certo che puoi provare a mettere il 4 ° refrigeratore nella copertura dell'acquario, ma questa non è una panacea!
Lampade alogene (HL) - possiamo dire che questa è la Next Generation nella linea di lampade ad incandescenza. Più tecnico, compatto.
Gli indicatori di efficienza sono leggermente più alti, la potenza luminosa è di 28 lumen / watt, la durata operativa è fino a 4000 ore. L'uso di tali lampade nell'acquario, per ovvi motivi, non è raccomandato.

Lampade fluorescenti (LL)
- la più famosa fonte di illuminazione a scarica di gas per l'acquario. Perché?
vantaggi: In primo luogo, una politica dei prezzi accessibile, e in secondo luogo: la produzione luminosa del LL è parecchie volte superiore a quella del LN (LL a 23 W = LN a 100 W), l'aspettativa di vita è undici volte più lunga.
svantaggi: Innanzitutto, lo spettro di molti LL è discretamente troncato. Solo le lampade speciali per acquari hanno una gamma spettrale più o meno buona. Nonostante la lunga durata, LL deve essere cambiato ogni 6-12 mesi, poiché a questo punto perdono tutte le loro "proprietà utili". Inoltre, LL ha bassa permeabilità alla colonna d'acqua e dà luce diffusa, l'uso efficace di tali lampade è possibile con riflettori / riflettori.
Parlando di LL, va notato che sono divisi per tipo in T8, T5 e altri, ad esempio, T4 (raramente utilizzato in acquari).
T8 - le lampade da acquario più attive, una sorta di combinazione di prezzo e qualità.
T5 - Molto meglio di T8, ma molto più costoso. A causa del diametro ridotto e dell'emissione luminosa ottimale a 36 ° C, T5 fornisce una luce più intensa e più direzionale rispetto a T8.
Lampade ad alogenuri metallici (MGL) (MG), pannelli, faretti
Se decidi di ricrearti nel tuo acquario, l'erborista Amanovski o l'altezza del tuo serbatoio è di 60 cm. e sopra, l'IPF è la soluzione perfetta! MGL è utilizzato da quasi tutti gli acquariofili professionisti. Perché?
vantaggi: politica dei prezzi ragionevole, POTENZA, intensità del lumen, temperatura della luce da 2500 K (luce gialla) a 20000 K (blu), prestazioni elevate (100 Lumen / W), fino a 15000 ore di durata.
In poche parole, con piccole dimensioni di MGL, ottieni un'eccellente riproduzione dei colori e un flusso luminoso elevato per tutta la vita delle lampade. L'acquario inizierà a brillare, le onde lampeggeranno in basso, i pesci e le ombre delle piante saranno visibili. Le lampade ad alogenuri metallici "perforano" gli acquari più profondi. In una parola, è un'ottima fonte di illuminazione dell'acquario, sia per le piante che per i pesci, e per un'immagine generale della percezione dell'acquario!
svantaggi: L'uso di una tale fonte di luce è possibile solo su appendini o rack (un acquario aperto - senza coperchio) a una distanza di 30 cm dalla colonna d'acqua, il motivo - il MG emette molto calore - molto caldo.
Lampade a LED (LED), pannelli, faretti.
Se gli acquariofili, gli acquariofili, almeno in qualche modo hanno raggiunto un consenso, allora non c'è accordo sull'uso dei LED nell'acquario, come si dice, che si trovano nella foresta, che sono per la legna da ardere. In primo luogo, ciò è dovuto alla rapida crescita e allo sviluppo della tecnologia LED e, pertanto, ci sono molte informazioni obsolete su Internet. In secondo luogo, la mancanza, al momento, di una pratica di applicazione a tutti gli effetti.
Al fine di non confutare innumerevoli miti sul diabete. Dirò questo: attualmente (2014) ci sono ottimi pannelli / faretti a LED per piante da acquario, con una gamma ampia / piena, con una normale temperatura della luce di 6500K, con una quantità sufficiente di Lm (lumen). A questo si aggiungono l'ergonomia e la parsimonia colossali, la sicurezza (operare a bassa tensione). Inoltre, l'effettiva assenza di riscaldamento dalla parte anteriore e il riscaldamento "tollerabile" dalla parte posteriore della lampada, che consente l'utilizzo di LED sotto la copertura dell'acquario, vale a dire senza sospensioni e rack. L'effetto visivo è quasi identico a IPF.
svantaggio: La politica dei prezzi, i buoni pannelli CD e i riflettori sono piuttosto costosi, ma vale la pena notare se prima - si trattava di prezzi fuori scala, ora i prezzi sono diventati accessibili per la maggior parte dei consumatori.
Spesso sui forum chiedono se è possibile utilizzare strisce LED in un acquario. La risposta è SI, ma solo come illuminazione aggiuntiva o come illuminazione notturna. Sfortunatamente o per fortuna, la maggior parte dei nastri SD sono sottili, per fornire l'intensità della luce necessaria che è necessario acquistare e installare "chilometri di nastri SD" sotto il cofano. Questo paragrafo può essere confutato perché La tecnologia SD non si ferma e si evolve costantemente. Tuttavia, la maggior parte dei nastri SD non è il modo migliore per risolvere il problema con l'illuminazione.
Puoi parlare dell'illuminazione CD per un tempo molto lungo, così tante sfumature diverse, oltre a qualsiasi altra fonte di luce per acquari. Ma, tuttavia, spero che il calcolo di cui sopra aiuterà il lettore a capire che cosa è e prendere le fondamenta.
Se hai domande o dubbi, ti suggerisco di discuterne con noi foro. Personalmente, sarò interessato alla tua esperienza e alle tue domande, perché Nell'acquario stesso, ci sono faretti a LED in combinazione con LL T5 e lo stesso ci sono sfumature inspiegabili. In generale, l'esperienza di ciascuno è molto importante, è possibile costruire un quadro generale di esso e sottolineare i tratti.
Concludendo questa parte dell'articolo, prestiamo attenzione al fatto che il Maestro Takashi Amano sta usando per risolvere il problema dell'illuminazione. Penso che sarà curioso.
Prevalentemente Amano utilizza le seguenti sospensioni:
ADA Grand Solar I con LL - T5 2x36W e un MGL - MH-HQI 150W

o solo ADA Solar I con una lampada MGL MH-HQI da 150 Watt

La conclusione è ovvia, lampade alogene metallo nella loro forma pura o con l'aggiunta di LL (illuminazione mista) è l'opzione migliore per la manutenzione professionale di piante acquatiche e aquascaping. Già con il guru dell'acquario è difficile discutere)))
Vale la pena notare che, utilizzando il principio dell'illuminazione mista, Takashi Amano accende la lampada ad alogenuri metallici per solo 3 ore, mentre il resto del tempo funziona. Da ciò possiamo trarre conclusioni:
1. L'acquario "Fry" 12 ore al giorno non è necessario. È necessario creare un picco di illuminazione intensa e il resto del tempo l'illuminazione dovrebbe essere "calmo". Questo approccio è assoluto, perché il sole non "frigge" 24 ore al giorno: l'alba arriva prima, poi lo zenith e poi il tramonto. In realtà - questo è un fenomeno naturale e deve essere simulato in un acquario.
2. Allo stesso tempo, in assenza di un'adeguata illuminazione (potenza adeguata), risplendere di una tale luce 24 ore al giorno non è l'opzione migliore. Il sole non lo fa!
Come una sorta di guida, inoltre, di seguito darò una tabella interessante.
di Aqua Design Amano

Ancora, ... il potere delle lampade fluorescenti in un acquario con piante secondo Eric Olson, compilato secondo i dati di illuminazione degli acquari di Takashi Amano
Illuminazione W / m2 20L 40L 80L 200L 400L
basso 200 15W 24W 38W 69W 110W
media 400 30 W 47 W 79 W 137 W 220 W
alto 800 60W 94W 149W 274W 440W

Ecco un'altra guida che non include una linea guida per la selezione del numero di LL:
- Quanta potenza di luce si desidera ricevere: bassa, media o alta;
- se il coperchio o la sospensione saranno usati e a che altezza sarà dall'acqua;
- qual è la profondità dell'acquario;
- se verrà utilizzato il principio dell'illuminazione mista;
- quale tipo di lampada sarà utilizzata: T5 o T8
- tipo riflettori / riflettori. I riflettori parabolici sono raccomandati.

Durata dell'illuminazione aqua e opzioni per facilitare il controllo

Come accennato in precedenza, non tentare mai di riempire la mancanza di illuminazione dell'acquario con una durata! Questo porterà solo a una "fioritura di acqua". Per le lampade LL, la durata delle ore diurne dovrebbe essere di 8-10 ore, per MGL (quando si usa solo) - 6-8 ore.
Naturalmente, la durata dell'illuminazione dell'acquario è un parametro puramente individuale, ma si può ancora affermare con certezza che girovagare per Internet che le piante dovrebbero essere 12 ore al giorno, o anche 14 ore non è un dogma! Inoltre, di regola, una così lunga illuminazione dell'acquario è la causa della fioritura del giacimento.
Come facilitare il controllo della durata dell'illuminazione dell'acquario. È molto semplice! Fortunatamente, non viviamo nell'età della pietra, e in tutti i negozi di casalinghi / edifici ci sono timer di uscita che possono essere suddivisi in: elettronico e meccanico.

Temporizzatori meccanici - Semplice, non costoso (~ 200 rub.), secondo le recensioni degli acquariofili si rompono meno spesso.
Timer elettronici - Funzionalità semplici, più elevate, costose (~ 500 rubli), in contrasto con i timer meccanici non scendono quando si disconnettono e sbalzi di tensione, il che è importante !!

Parametri e termini che caratterizzano l'illuminazione

Come accennato in precedenza, non è possibile misurare l'illuminazione solo in watt. Ci sono altri parametri che caratterizzano il componente di qualità dell'illuminazione. Per una comprensione più profonda, di seguito, diamo un'occhiata ai parametri base "aggiuntivi" di luce. Proverò a partire disponibile.
Spettro luminoso - questa è la nostra impressione umana dall'irraggiamento della retina con onde da 380 nm a 780 nm di lunghezza (1 nm = 0.000 001 mm). Non siamo in grado di percepire la radiazione elettromagnetica di un'altra frequenza.

Nell'intervallo di lunghezze d'onda specificato - nell'intervallo spettrale visibile da noi, percepiamo onde di lunghezze diverse come colori diversi. Per esempio, chiamiamo le onde più corte viola, e dall'altra parte dello spettro ci sono le onde più lunghe, le chiamiamo rosse. Tra questi confini ci sono tutti gli altri colori e sfumature. Il fenomeno naturale - l'arcobaleno, non è altro che la decomposizione (rifrazione) della luce nello spettro visibile: rosso, arancione, giallo, verde, blu, blu, viola.
lusso - Questa è un'unità di illuminazione pari a un lumen per 1 mq. La luminosità della luce del sole raggiunge i 100.000 Lux, all'ombra di 10.000 Lux, in una stanza illuminata - circa 300 Lux.
lumen - è la quantità di luce emessa / emessa dalla sorgente luminosa. Una sorgente luminosa con un flusso luminoso di 1 lumen, che illumina in modo uniforme ogni superficie di 1 metro quadrato, crea su di essa (superfici) un'illuminazione di 1 lux.
Kelvin (K) - questa è la temperatura di colore di qualsiasi fonte di luce. Questa è la misura della nostra impressione del colore di questa fonte di luce. Kelvin determina il colore delle lampade e la tonalità del colore: caldo, neutro o freddo.
Temperatura del colore chiaro !!! non indica la composizione spettrale della lampada !!! - indica solo come il colore della luce proveniente dalla sorgente viene percepito dall'occhio umano. Questa è una caratteristica della percezione. Più bassa è la temperatura del colore, maggiore è la percentuale di rosso, meno blu e per giro.
- Bianco surriscaldato - 2700 K;
- Bianco caldo - 3000 K;
- Bianco naturale (o solo bianco) - 4000 K;
- Bianco freddo (giorno) - più di 5000 K.
Raccomandazioni per gli organismi acquatici:
Per pesci da 5500 a 20000 K (a seconda della varietà).
Per piante da 6500 a 8000 K.
Per acquari di barriera da 9.000 a 20.000 K.
Di seguito è una tabella visiva:


Ra (CRI)
- Questo è il rapporto di resa del colore. Parla di quanto vicino al vero i colori degli oggetti saranno quando vengono visualizzati da una persona sotto una specifica fonte di illuminazione. Ra può essere compreso tra 0 e 100. Il fattore di resa del colore, uguale a 0, corrisponde alla luce che non trasmette affatto i colori. Ra = 100, corrisponde alla fonte.
Ra 91 - 100 resa dei colori molto buona.
Ra 81 - 91 - buona resa cromatica.
Ra 51 - 80 - resa cromatica media.
Ra <51 - "triste" interpretazione del colore.
PAR - radiazione fotosintetica attiva. Questa è un'unità di misura del flusso luminoso che misura la luce nel numero di fotoni.
Mi chiederai perché sto dicendo tutto questo, perché siamo così complicati? Ti risponderò in questo modo, con la mia frase preferita: "Questa è solo la punta dell'iceberg")))
Ad esempio, per quanto riguarda la temperatura del colore !!! Le lampade a bassa temperatura (5000 K) rivelano il verde. In pratica, sembra che questo, a 5000K, la luce sia cattiva, perché ha toni gialli, e la luce a 10000K è biancastra ei colori diventano bluastri, come da un UFO. Quando la temperatura della luce è inferiore a 5000 K, le piante hanno una tinta gialla e sembrano malate. Ad una temperatura di luce di 10.000 K, le piante d'acquario diventano verdi e sembrano di plastica. Affinché le piante sembrino naturali sott'acqua, è necessario scegliere lampade con una temperatura di colore di 6500-8000K.
Inoltre, le sorgenti luminose con una temperatura inferiore a K5400 contribuiscono alla crescita delle alghe inferiori.
HFC! Puoi parlare di illuminazione dell'acquario per un tempo immensamente lungo, questo è un argomento interessante e senza fine.Ma, ahimè, i limiti di questo articolo sono stati esauriti. Altre sfumature sono discusse in altri articoli.
(cosa c'era su YouTube)))

Che tipo di luce hanno bisogno le piante?

Affinché l'acquario si sviluppi correttamente e le piante in esso sviluppino bene, è necessario che sia illuminato correttamente. La luce è necessaria non solo per la flora, ma anche per la fauna (pesce). L'illuminazione consente loro di svilupparsi correttamente. La luce regola l'attività vitale, ma la corretta intensità della luce non sempre si verifica. Troppa luce può causare un'intensa crescita di alghe e proliferazioni algali nel serbatoio.

Le conseguenze dell'illuminazione irregolare

Per un acquario in cui vivono diversi tipi di piante, è adatto un periodo di luce di 10-12 ore al giorno. Le piante hanno bisogno di un cambio di giorno e di notte, ma in alcuni carri armati aumentano artificialmente il periodo di luce, nel tentativo di accelerare la crescita della flora. L'alternanza naturale del giorno e della notte aiuta a regolare i ritmi della vita delle piante viventi. Con una copertura troppo lunga o breve, iniziano a stressare, i cambiamenti di regime e le malattie possono svilupparsi.

La difficoltà è che per alcune piante d'acquario hai bisogno di molta luce per lo sviluppo, ma questo può danneggiare il pesce, dal momento che la maggior parte delle specie di pesci d'acquario sono abituate a vivere in zone ombreggiate del bacino idrico (allo stato selvatico). L'illuminazione troppo lunga e luminosa influenza l'aspetto degli abitanti dell'acquario. I pesci possono svanire, perdere la loro luminosità e nascondersi dalla luce.

Problemi con l'illuminazione inadeguata dell'acquario si trovano in contenitori non standard, la cui altezza è superiore a 38 cm. In alti serbatoi, le piante che crescono sul terreno hanno una mancanza di illuminazione. A volte cercano di risolvere questa difficoltà a causa dell'intensità e della durata dell'illuminazione artificiale. Il desiderio di migliorare le condizioni per le piantine sottosuolo del suolo porta a errori. Un'illuminazione troppo luminosa influisce negativamente sul pesce e sul microclima del serbatoio. Gli abitanti di questo acquario sono inattivi, perché hanno sempre bisogno di essere protetti dalla luce intensa. I pesci tendono a nascondersi dalla luce intensa, quindi Aquascape sembra spopolato. In tali condizioni, spesso compaiono malattie e l'acqua inizia a fiorire.

Guarda la video storia sull'illuminazione nell'acquario.

Standard di illuminazione per acquari

Che luce è necessaria per quegli acquari in cui le piante acquatiche non vivono? In tali serbatoi è necessario ridurre l'intensità della luce. Per fare questo, puoi prendere una lampada di potenza inferiore. Per contenitori lunghi 30 cm, la potenza della lampada non deve superare i 10 watt. Con tale illuminazione, il movimento del pesce sarà visibile e gli abitanti dello stagno artificiale si sentiranno a loro agio. Quando scegli l'intensità dell'illuminazione, devi considerare la razza di pesci. Se il pesce albino vive in un acquario, allora anche un livello di luce sarebbe pericoloso per loro.

Per un'illuminazione confortevole in un acquario con una flora verde che non provoca stress nei pesci, è adatta una lampada con una lunghezza pari alla lunghezza dell'acquario. Questa è l'opzione migliore per selezionare l'illuminazione per i serbatoi poco profondi. Per i serbatoi profondi, è meglio selezionare un certo compromesso che creerebbe condizioni confortevoli sia per la flora che per la fauna. Esistono diverse soluzioni a questo problema.

Se non c'è abbastanza luce nel serbatoio per la vegetazione acquatica, allora le specie ittiche dovrebbero essere scelte da giacimenti poco profondi che sono abituati alla luce intensa. In questo caso, il pesce non sarà pericoloso luminoso, e sarà utile per le piante. Puoi scegliere i tipi di flora sottomarina che non necessitano di luce troppo intensa. Tali varietà sono ben combinate con il contenuto di pesci di acque profonde. Ti permettono di creare condizioni per la vita, vicino al naturale.


Puoi raccogliere piantine con foglie che possono galleggiare sulla superficie dell'acquario e consumare la giusta quantità di luce. Le foglie creeranno un'ombra in cui il pesce si sentirà a proprio agio sotto una luce intensa. In questo caso, la sistemazione dell'acquario dovrebbe iniziare con la coltivazione di piante sottomarine. Non appena saranno create condizioni confortevoli per i pesci in un bacino artificiale, sarà possibile lanciarle. Quindi, in piena luce, il pesce sarà in grado di nascondersi nelle foglie cresciute di alghe che galleggiano sulla superficie del serbatoio. Di solito le piante crescono alla dimensione desiderata in due mesi. Per una migliore crescita delle piante, mentre non ci sono pesci nel serbatoio, è necessario aggiungere fertilizzante al terreno o all'acqua.

Quando si organizza un acquario, è possibile raccogliere specie di piante alte e basse, distribuendole equamente nello stagno. Per i principianti, scegli rappresentanti senza pretese della flora acquatica: anubiasa, criptocoryne, elodea, muschio di giavanese, vallysneria, aponogeton, riccia, bacopa, limnofily. È possibile effettuare tale disposizione solo in grandi acquari. Per serbatoi di piccolo volume questa opzione non è adatta.

Guarda il video sulle piante da acquario senza pretese.

Quando si imposta l'illuminazione, è possibile regolare la direzione verso cui la luce andrà. La lampada viene inviata al meglio nei luoghi di crescita intensiva delle piante. Quindi puoi dotare la retroilluminazione di grandi contenitori. Le aree d'acqua libere dalla flora acquatica dovrebbero essere decorate con ostacoli o rovere tinto, che creeranno "isole" ombreggiate che sono vicine agli habitat naturali del pesce.

Modalità luce

Per condizioni di comfort delle piante, dovresti creare una modalità crepuscolare, che avviene in natura. Questo è il momento in cui il sole tramonta lentamente, peculiare delle diverse regioni climatiche. Anche le specie tropicali necessitano di crepuscolo. La transizione troppo brusca dalla luce all'oscurità causa stress nelle piantine. Nella fauna selvatica, i processi di illuminazione e oscurità si trasformano senza difficoltà l'uno nell'altro. Questo deve essere preso in considerazione quando si crea l'illuminazione degli acquari domestici.

Se la luce viene spenta e accesa all'improvviso, le piante cambieranno drasticamente la modalità, non avranno il tempo di adattarsi alle nuove condizioni e cambieranno il loro aspetto. Molte specie, anche fotofile, hanno bisogno di ombreggiature per una vita comoda. Sono spesso in piena luce cercando di rotolare le foglie e cadono nell'ombra dell'acquario. Va ricordato che anche l'oscurità dura è pericolosa. Se le specie che amano la notte possono sopravvivere il giorno negli angoli ombreggiati del bacino, allora le persone amanti della luce semplicemente non possono svilupparsi in acque scure. Pertanto, è necessario considerare una transizione graduale dalla luce all'oscurità.

Per creare condizioni crepuscolari nel serbatoio, accendere l'illuminazione della stanza prima di accendere la lampada. 15 minuti sono sufficienti per permettere alle piante di passare dal giorno alla notte alla vita. Per le camere con una buona illuminazione naturale in estate, questo non è necessario. Osservando l'acquario in questo momento, puoi vedere come alcune specie di piante vengono attivate in uno stato di crepuscolo. Quando la luce appare, i bakopa iniziano a girare le foglie e fioriscono.

Il miglior tipo di illuminazione per l'acquario è naturale. Se il contenitore è in piedi vicino alla finestra, le piante in questo acquario sembrano molto belle perché hanno abbastanza luce naturale. Ma la luce naturale di una zona climatica temperata non è adatta a tutti i tipi di flora. Le piante tropicali avranno sicuramente bisogno di un'illuminazione supplementare regolata - lato o angolo. Il numero di giorni luce per le specie amanti della luce - 11-12 ore.

Va anche ricordato che il sole non splende sempre altrettanto brillantemente. Ci sono giorni nuvolosi e poi la luce cade. Quando la luce del sole è troppo luminosa, non è molto buona. L'acqua è riscaldata al sole e le piante si sentono a disagio. Nella forte luce del sole, l'acqua nell'acquario può fiorire, le piante inizieranno a crescere fortemente, portando via lo spazio libero dal pesce. Di sera non si sentirà il sole per l'illuminazione dell'acquario.

Regola la luce naturale di cui hai bisogno con l'aiuto di lampade artificiali. Va ricordato che la parte principale della luce in un serbatoio artificiale deve cadere nella parte superiore. Con la corretta alternanza di illuminazione naturale e artificiale del serbatoio, è possibile creare condizioni confortevoli per pesci e piante acquatiche.

Illuminazione dell'acquario. Come calcolare l'illuminazione.

Pin
Send
Share
Send
Send