Pesce rosso

Pesce rosso Matisse

Pin
Send
Share
Send
Send


La tua opinione sulla foto di Henri Matisse "Pesce rosso" ("Pesce d'oro"), 1911

AK-47

L'ho incontrato per la prima volta in giovane età proprio con questa immagine nella riproduzione: non mi piaceva certo, lui chiaramente non resisteva a Shishkin e Aivazovsky, potevo ovviamente fermarmi lì, ma i miei gusti cambiarono con l'età. È impossibile arrivare a questo subito, è possibile apprezzare il modernismo del XX secolo o quando si percepisce il mondo come sono, o perfezionando i propri gusti.Il secondo è preferibile a mio parere.Nella mia memoria c'erano molte persone che capivano e amavano tale arte e non amavano Non comprendere l'altro, è un male per la percezione, anche se gli stessi artisti non importa. Il fauvismo è puro colore, linee di luce, una visione del mondo non di un bambino, ma attraverso il prisma dei suoi occhi. Questo quadro è già qualcosa di diverso da un semplice quadro, è già una visione del mondo e uno stile di design: facile femminile, arioso, familiare, accogliente, raffinato, riverente ... Matisse dipinse i suoi dipinti nella prima metà del secolo e divenne famoso negli anni '60 del XX secolo. guerre, quando sembrava che la pace e la felicità non avrebbero più cambiato l'umanità ...

Max

L'immagine che ora è sotto i nostri occhi è molto positiva. Riproducendo una minima parte dell'interno, Henri Matisse ha raffigurato un tavolo su cui si trova un acquario con pesci rossi che nuotano. Questa danza di quattro pesci è la base semantica del lavoro. I colori vivaci dell'immagine creano uno stato d'animo alto e gioioso. I pesci rossi che nuotano nell'acquario, essendo il principale centro di composizione dell'immagine, sono diventati anche il centro del colore, fortemente ombreggiato da foglie verde acceso. Grazie a questi colori brillanti e brillanti, gli spettatori non avranno mai dubbi sulla paternità di questo capolavoro: non può che essere Matisse.
L'artista ha scritto questa tela nel suo laboratorio, situato non lontano da Parigi, è stato immediatamente acquistato dal collezionista russo Shchukin per la sua collezione.

Artista HENRI MATISS (1869-1954) PESCI ROSSI. 1911

Chi tra coloro che hanno visto questa foto nel Museo delle Belle Arti. A.Skin Pushkin a Mosca, non si sorprese a pensare che non riusciva a distogliere lo sguardo dai pesci rossi dagli occhi da cucciolo che sguazzavano nell'acquario. Qual è il problema?

Matisse ha affrontato questo motivo più di dieci volte, cambiando la composizione, la forma dell'acquario e il colore in modi diversi. Ad esempio, nella foto, situata nel Museum of Modern Art di New York, spinse la nave con il pesce sul bordo sinistro della tela, e al centro mise un vaso con fiori rossi, accanto al quale una statuetta di una donna sdraiata può essere vista contro la finestra. Grazie all'armonia di delicati colori d'aria, questa cosa è permeata di tanta pace, come se in realtà l'immagine fosse come una sedia, che, secondo l'artista, dopo il trambusto e il lavoro che lo spettatore merita.

Nella tela di Mosca regna un altro mood - ottimista, gioioso, ed è creato a colori. I pesci rossi non sono solo un centro compositivo, ma anche un centro coloristico, e le foglie verde brillante che li circondano, in virtù del loro contrasto, rendono ancora più luminose le macchie rosse. È con i colori brillanti che riconosciamo immediatamente Matisse, e grazie al colore, la contemplazione dei suoi dipinti diventa una festa per gli occhi. Sembra che l'autore di queste tele colorate fosse facile e senza nuvole, ma in realtà non lo è. Per essere considerato un professionista e rimanere fedele ai suoi principi creativi, l'artista ha dovuto superare molte difficoltà.

Sembrerebbe che il motivo sia il più banale, non ci sono intrighi né trama affascinante qui, e lo spettatore rimane incantato. Apparentemente, l'artista riuscì in qualche modo incomprensibile a preservare l'immediatezza infantile dell'anima, che lo aiutò ad ammirare l'ingenuo fascino di questi favolosi pesci e ad "infettarci" con la sua ammirazione.
Matisse ha affrontato questo motivo più di dieci volte, cambiando la composizione, la forma dell'acquario e il colore in modi diversi. Ecco alcuni dei suoi "pesci".
"Pesce rosso". 1911. Olio su tela. Museum of Modern Art, New York

"Donna di fronte all'acquario"


"Pesce d'oro"

È con i colori brillanti che riconosciamo immediatamente Matisse, e grazie al colore, la contemplazione dei suoi dipinti diventa una festa per gli occhi.
E pescava, semplicemente perché gli piacevano? E l'artista era interessato al compito di raffigurare il pesce nell'acqua attraverso il vetro dell'acquario.
//www.liveinternet.ru/journalshowcomments.php?jpostid=188269248&journalid=4509015&go=prev&categ=0
[link bloccato dall'amministrazione del progetto]

Guarda il video: Matisse e le suggestioni d'Oriente, a Roma in mostra "Arabesque" (Luglio 2021).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send