Per l'acquario

Come fare un filtro per un acquario

Pin
Send
Share
Send
Send


Filtro acquario fai da te

Uno degli elementi importanti nell'attrezzatura degli acquari è il filtro. Molti pensano innanzitutto a quale scegliere: esterno o interno. Se si sta per disegnare una grande quantità, quindi il tipo non importa. In altri casi, è meglio utilizzare un filtro esterno per risparmiare spazio. Nei negozi specializzati c'è sempre l'attrezzatura pronta, ma il suo costo è talvolta piuttosto elevato. In questo articolo, offriamo di creare un filtro per l'acquario con le tue mani.

Come fare un filtro con le tue mani?

Tutti i componenti che utilizzeremo per assemblare il filtro esterno con le tue mani possono essere acquistati sul mercato delle costruzioni o negli ipermercati delle costruzioni.

  1. Prima di tutto, abbiamo bisogno di raccordi da giardino a sgancio rapido con un lead-in sigillato. Così come un filtro con diversi ugelli, tappi con prese e prese.)
  2. Nella spina facciamo fori per raccordi, piombo sigillati e tettarelle.
  3. Montiamo la prima parte del filtro dell'acquario esterno con le nostre mani: installiamo i raccordi e la tenuta di pressione con i capezzoli, quindi ripariamo tutto con l'aiuto del silicone.
  4. Incluso con il filtro è una pompa speciale, è anche fissato tramite l'adattatore. La "testa" del design è pronta.
  5. Il prossimo passo nel montaggio del filtro per l'acquario sarà l'interno. Consiste del filtro superiore, dei separatori intermedi e del corpo del filtro stesso. Come separatori è conveniente usare le normali reti da cucina per il lavaggio.
  6. Metti un campanello sulla griglia e traccia i suoi contorni con un pennarello. Tagliare.
  7. Useremo un piattino capron da un vaso di fiori come separatore superiore. Ci perforiamo: uno per l'ingresso e molti piccoli attorno ad esso.
  8. Installare il pezzo in lavorazione nella presa, collegarlo con il giunto e fissare con silicone.
  9. Assembliamo le parti finite del filtro dell'acquario con le tue mani. Attaccare la "testata" al tubo e al separatore superiore.
  10. Inizia a riempire il tubo. L'autore della lezione propone di utilizzare il seguente schema: un sintepon, un separatore, quindi una bio-palla, ancora un separatore e alla fine gomma espansa.
  11. Il filtro incluso ha un angolo speciale.
  12. Prepariamo il secondo berretto come segue: lungo i bordi con la colla attacciamo i tappi di gomma per le bolle di medicina (materiali simili possono essere usati). Quindi, raccogliere il filtro.
  13. Ora segue l'assemblaggio di connettori con fili maschio e femmina e l'installazione di tubi. (foto 23)
  14. Montiamo i raccordi per il filtro esterno con le tue mani. Di norma, tutti i dettagli necessari sono inclusi nel filtro.
  15. Prendiamo qualsiasi tubo ecologico e facciamo dei buchi per aumentare l'area di indentazione. Avrai anche bisogno di una rete di aspirazione, una zanzariera (questo sarà un prefiltro, devi torcerlo in un tubo e inserirlo nel tubo di aspirazione). Il tubo di aspirazione viene inserito nell'aspirazione utilizzando una guarnizione di silicone. Un piccolo pezzo di tubo da giardino farà. Inoltre nel kit deve essere una presa di scarico, rubinetto e angoli. Anche se non riesci a trovare tutto questo nel kit, ci sono esattamente le stesse parti nel mercato delle costruzioni.
  16. Il collegamento ad arco per raccordi è chiamato "overflow". Può essere fatto da qualsiasi tubo di plastica o utilizzare un tubo di prolunga di un contenitore Atman. Il processo di produzione è semplice: riempiamo la sabbia bagnata nel tubo e lentamente iniziamo a piegarla sopra il fornello a gas acceso. Di conseguenza, si ottiene la forma desiderata e il tubo non si spezzerà.
  17. Filtro per acquario fai da te! Egli soffia il lavoro non peggiore rispetto all'acquisto, e farà risparmiare un sacco di soldi e spazio.

Filtro esterno per acquario fai da te

Cos'è un filtro esterno per l'acquario

Esistono due tipi di filtri: esterni e interni. Come scegliere quello che si adatta esattamente nel tuo caso?

Prima di tutto, fai attenzione alle dimensioni del tuo acquario. Se è abbastanza grande, allora non c'è molta differenza. Ma di solito abbiamo solo aree limitate in cui è possibile posizionare un acquario piccolo o medio. In questo caso è opportuno utilizzare un filtro esterno.

A differenza di quello interno, il filtro esterno non è installato direttamente nel serbatoio, ma al di fuori di esso. Questo aiuta a risparmiare spazio.

Il filtro esterno non ha luogo nell'acquario e non rovina l'aspetto generale.

Il lavoro di tale dispositivo è il seguente: l'acqua dell'acquario entra nel dispositivo, passa attraverso gli elementi del filtro e quindi ritorna al pesce.

Il filtro esterno presenta i seguenti vantaggi:

  • non occupa un posto utile all'interno dell'acquario;
  • il contenuto dell'acquario sembra più estetico senza tali dispositivi;
  • i riempitivi filtranti purificano meglio l'acqua.

Naturalmente, tra la vasta gamma di questi dispositivi, puoi scegliere quello giusto sotto tutti gli aspetti per te. Ma i loro prezzi sono troppo alti. Quindi perché non cogliere l'opportunità di creare un filtro esterno con le proprie mani? Questa idea è facile da implementare. Si scopre che tutto ciò di cui si ha bisogno può essere facilmente acquistato nei negozi e sul mercato, e il lavoro di assemblaggio e installazione è abbastanza semplice da consentire anche a un principiante di farvi fronte.

Come prendersi cura del filtro dell'acquario?

Perché il filtro funzioni correttamente, deve essere regolarmente pulire. Altrimenti, comincerà a peggiorare e, successivamente, inquinerà completamente l'ambiente acquatico (quest'ultimo riguarda i filtri interni).

Più piccola è l'area del filtro e più grande è il volume d'acqua, più spesso è necessario pulire il filtro.

Per determinare la regolarità della pulizia del filtro, non solo è necessario leggere attentamente le istruzioni del produttore, ma anche osservare il filtro in funzione. Se inizia a lavorare meno, allora è il momento di lavarlo. I filtri più piccoli possono richiedere una pulizia settimanale e i modelli di grandi dimensioni possono richiedere solo una pulizia in 2 mesi.

Per non distruggere la colonia di batteri buoni, lavare il filtro con acqua a temperatura ambiente e non farlo con troppa attenzione. Inoltre, non dovresti lavare il filtro, se cambi l'acqua nell'acquario, aggiungi nuovi pesci, inserisci un nuovo mangime, altrimenti spezzerai l'equilibrio stabilito nell'acquario.

Sostituzione di pezzuole nel filtro - un altro punto importante. Non farlo troppo spesso. Attendi fino a quando non inizia a perdere la sua capacità e forma di filtraggio. Inoltre, la salvietta nel filtro interno è composta da diverse parti, e solo una di esse è necessaria alla volta in modo che, in seguito, i batteri benefici delle "vecchie" parti si diffondano rapidamente a quelli nuovi.

Ricorda che il filtro nell'acquario dovrebbe funzionare costantemente e senza interruzioni, quindi adottare un approccio responsabile alla scelta di un modello adatto e non inseguire l'opzione più economica. Fermate la scelta sull'attrezzatura qualitativa che si è dimostrata valida e vi servirà per molto tempo.

Filtro esterno fatto in casa per l'acquario.

Essendo un amante dell'acquario con una piccola esperienza, sono giunto alla conclusione che il filtro interno nel mio acquario non affronta il suo compito. E dalla frequente manutenzione del filtro, hanno sofferto solo gli abitanti del mio acquario.

Dopo aver esaminato le informazioni sui filtri, sono giunto alla conclusione che la soluzione corretta e non ambigua è quella di utilizzare un filtro esterno. La biofiltrazione è estremamente efficace e nessuno dei metodi di purificazione dell'acqua può anche sostituirlo parzialmente.

La composizione dell'acqua purificata da un filtro esterno è approssimativamente simile all'acqua nei corpi idrici naturali a lento scorrimento. Con un rinfresco settimanale di un terzo del volume dell'acquario principale, si può presumere che l'ittiofauna e l'idroflora siano contenuti praticamente in acque naturali fluenti - da qui tutti i successi ottenuti nei sistemi con biofiltrazione.

La notizia non è stata piacevole per me che il costo del filtro esterno si è rivelato paragonabile al costo dell'acquario stesso.

Dopo aver esaminato il design degli esternalisti, ho deciso di creare con le mie mani un analogo del filtro esterno Eheim.

Per la produzione di filtri esterni fatti in casa sono stati acquistati:
- Pompa (pompa fontana), la società RESUN produzione cinese 30 W., 2000 l / h.
- Giunto in PVC per tubo di fognatura d = 200 mm. + 2 prese ad esso,
- gru, angoli, sguardi, ecc.,
- Tubo in PVC d = 20 mm. per ricevere e fornire acqua all'acquario 4 m.
- una fiaschetta dal filtro domestico,
- Filler per il filtro.

Per gli inserti nei connettori utilizzati connettori del seguente disegno.

La mia scelta su questa pompa era dovuta al fatto che il filtro ha molte curve nei tubi e alla fine la prestazione è dimezzata.

Fori praticati nella calotta superiore e inferiore per l'alimentazione e il pompaggio dell'acqua. Durante l'installazione dei raccordi, ho usato guarnizioni in gomma con un ulteriore uso di sigillante siliconico.

Ho provato a inserire le spine nella frizione con elastici di tenuta e non ci sono riuscito, ha funzionato troppo forte. Capendo che se riesco a inserire uno stub, non lo tirerò fuori da lì. Procedendo da questo, ho tagliato i bordi del giunto al fine di smontare il filtro, semmai, quindi è stato possibile rimuovere la gomma e quindi depressurizzare il filtro. Nella parte inferiore dell'accoppiamento, il sedile si trova sotto il raccordo di ingresso.

Un taglio del bordo del giunto verrà successivamente installato all'interno del giunto e manterrà la griglia.

Nella calotta inferiore ha installato la griglia sopra il livello dell'ugello. Per questo è stato necessario tirare la scatola per le verdure.

Dopodiché, con la coscienza pulita, possiamo installare il tappo inferiore nell'accoppiamento. Dal momento che la gomma sigillante non verrà utilizzata qui, è necessario rivestire l'intera area del tappo con silicone. E dopo aver installato la spina, rivestiamo anche i giunti all'interno e all'esterno con sigillante.

Inoltre, nel coperchio è stato praticato un foro per il cavo di alimentazione e il rilascio dell'aria. Non è stato necessario allacciare la pompa alla spina, e anche in questo caso è fissata in modo affidabile dalla lunghezza del tubo e dal cavo di alimentazione.

Per sigillare il cavo di rete è stato utilizzato un raccordo simile a quello utilizzato nei lampioni stradali. Al posto dell'interruzione del filo, impostare l'interruttore.

Sotto la staffa di montaggio del tubo di ingresso per il montaggio del bulbo del filtro domestico, che fungerà da filtro preliminare per la pulizia grossolana. Sarebbe stato possibile fare a meno di questo, ma poi dovrei installare una spugna sul tubo di ingresso direttamente nell'acquario, o lavare il contenitore ogni mese (nei miei piani, il lavaggio del contenitore avverrà almeno ogni 6 mesi).

Per la produzione di pre filtro necessario tubo di fognatura in PVC d = 32 mm. In cui sono stati praticati molti fori. Sarebbe possibile utilizzare, inoltre, in precedenza. filtro carbone attivo o zeolite, ma prima ha deciso di fare una spugna di schiuma.

Quando tutti i dettagli del gruppo filtro procedono al riempimento con i riempitivi.

1 strato. In fondo, in primo luogo, sistemiamo il materiale per la filtrazione grossolana. Per questi scopi, la schiuma più adatta con una cella grande. Ma sfortunatamente non sono riuscito a trovare fogli di gommapiuma per acquari di dimensioni adeguate. E invece ha usato qualcosa come una palla da pesca.

2 strati. Riempire con anelli di ceramica. Lo scopo del loro uso nel filtro, è quello di dirottare il flusso dell'acqua e distribuire uniformemente la sua corrente sull'intera area trasversale del materiale filtrante.

3 strati. Mettiamo uno strato di gommapiuma con una piccola cella. Nel mio caso è stato usato lo winterizer sintetico.

4 strati. Riempire con substrato "palle bio" per colonie di batteri nitrificanti. In questa sezione si svolgono tutti i misteri del ciclo dell'azoto. Qui eterotrofi, nitrificanti e denitrificatori coesistono pacificamente, svolgendo regolarmente i compiti loro assegnati; il volume di lavoro della camera dovrebbe essere 4/5 della capacità del corpo del biofiltro. Come substrato per i batteri, si può usare l'argilla (preferibilmente frantumata) perché ha una struttura porosa.

5 strati. Non è necessario, ma ho deciso di aggiungere il substrato FLUVAL. Esternamente, sembra anelli di ceramica, solo il materiale ha una struttura porosa. Se prendi un anello nella tua mano, suona, inserisci un buco su un lato con il dito e fallo saltare nell'altro dall'altro, poi tutta l'aria sfuggirà attraverso i micropori.

6 strati. Lo strato finale, direttamente davanti al foro di ingresso dell'uscita (vale a dire prima della pompa del filtro, si dovrebbe posizionare lo winterizer sintetico che proteggerà il rotore dalle particelle di sporco che vi entrano.

Il filtro esterno fatto in casa per l'acquario è pronto, l'assemblaggio ha avuto successo. I test hanno mostrato ottime prestazioni della pompa, sebbene le prestazioni della pompa fossero 2 volte inferiori. Il coperchio superiore non è completamente installato, a causa del forte fissaggio a tenuta della gomma da tenuta. Se si chiude il coperchio fino alla fine, è possibile che il filtro non si apra più.

La manutenzione del filtro si riduce alla pulizia del prefiltro quando si sporca. Aprendo e lavando le lattine in sei mesi. Voglio notare che è necessario lavare nel filtro solo ceramiche e gommapiuma e sempre acqua dell'acquario. L'estratto viene lavato solo se necessario.

La prima volta dopo il lancio di un filtro esterno fatto in casa funziona solo in modo meccanico. I batteri benefici non hanno ancora colonizzato il substrato. Lo sporco riempie il filtro, causando una diminuzione delle sue prestazioni. La pressione dell'acqua diminuisce gradualmente. Ma c'è un processo inverso. La sporcizia è cibo per i batteri. Abbattono la sostanza organica che si accumula qui e viene trasformata in nitrato, vale a dire inizia il filtro biologico autopulente.

La colonizzazione completa del substrato da parte di colonie di batteri benefici avviene entro 2-4 settimane. E poi tutto dipende da quale processo prenderà: inquinamento o autopulizia. Se il primo, il filtro continuerà a essere contaminato. Non intenso come le prime due settimane, ma inevitabile. Quando il rendimento del filtro scende al di sotto del 30% del massimo, deve essere pulito e riavviato, altrimenti si potrebbe verificare un cosiddetto. "ribaltamento" - una violazione dei processi biologici, a seguito della quale vengono prodotte sostanze velenose e gettate nell'acquario.

Se l'autopulizia guadagna il sopravvento, il filtro al contrario viene gradualmente liberato dalla sporcizia e la prestazione che scende al 50-70% del massimo viene ripristinata. Teoricamente, dopo che il filtro dovrebbe funzionare per sempre. In pratica, la produttività non è completamente ripristinata e all'interno del contenitore, di tanto in tanto, si formano zone stagnanti. Pertanto, consiglio di pulirlo di tanto in tanto, anche se la pressione dell'acqua è forte.

Inoltre, voglio sottolineare che tutte le parti metalliche non dovrebbero essere lubrificate. Perché una goccia d'olio può rovinare una tonnellata di acqua e quindi distruggere tutti i tuoi abitanti. Pertanto, è preferibile utilizzare parti in plastica (raccordi, angoli, rubinetti), che a loro volta sono molto più economici delle parti metalliche.

Post scriptum In seguito, ho sostituito i tubi con quelli corrugati (che servono per scaricare la lavatrice), poiché i tubi flessibili in PVC si accartocciavano facilmente e bloccavano così l'accesso all'acqua.

Il coperchio dovrà essere tirato via con degli spilli, altrimenti, se la luce è spenta, potrebbe essere strappata.

Rubinetteria in metallo sostituita da plastica utilizzata per l'irrigazione.

ILLUMINAZIONE PER IMPIANTI DI ACQUARI, LED E MASSAGGI LED.

SUOLO PER ACQUARIO-SPECIE ARTIFICIALE NEUTRALE NATURALE

COME È CORRETTO BISOGNO DI INIZIARE L'ACQUARIO PER LA PRIMA VOLTA.

COMPRESSORE PER L'ACQUARIO E TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE SU QUESTO.

Filtro interno per acquario fai da te.

Come fare un filtro per l'acquario? Filtro fatto in casa

Come fare un filtro con le tue mani

Come fare un filtro per un acquario

Filtro inferiore per acquario fai da te.

Guarda il video: COME FARE UN FILTRO PER L'ACQUARIO GRATIS (Settembre 2021).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send